Porno Marketing

Un caffè con Mariana Avram di “Desire – sfida il tuo partner”

Che cos’è Desire?

Desire è un’app erotica per la coppia, creata per aggiungere quel tanto di piccante in più nella vita reale. L’interazione è un modo per tenere vivo il desiderio in una relazione ed il gioco può essere sia romantico che piccante, a seconda dei desideri della coppia. È organizzata in sfide, da scegliere tra infinite categorie diverse, punti da guadagnare, monete, incantesimi e medaglie.

Ottimo, credo che ci piacerà. Procediamo la nostra chiacchierata con Mariana Avram, Country Manager Desire per l’Italia.

Perché avete creato Desire?

Uno dei fondatori dell’app stava cercando un modo per ravvivare la relazione con la sua dolce metà, ma si è reso presto conto che tutte le applicazioni disponibili per coppie erano dei giochi di posizione tipo Kamasutra oppure alternative molto semplici e per niente interessanti. Ha deciso quindi di crearne una divertente, stimolante ed eccitante. Così è nata “Desire – sfida il tuo partner“, che stuzzica l’immaginazione delle coppie e crea una connessione nella vita quotidiana.

Sesso e tecnologia, quindi?

Usiamo tutti la tecnologia ogni giorno. Passiamo ore sul nostro smartphone, magari su Facebook o Instagram, mentre il/la nostro/a partner è accanto a noi. Desire riaccende la passione ed offre un modo divertente alle coppie per raccontarsi le proprie fantasie ed i propri desideri, utilizzando lo strumento che usiamo di più.

Parliamo delle caratteristiche che lo rendono unico

Una delle differenze principali è la dinamica. Nella stragrande maggiornaza dei casi è il gioco, o il fato, a decidere cosa fa la coppia, come dadi, carte… Con Desire invece è la coppia a decidere le sfide. A seconda dell’umore o delle fantasie il gioco può essere dolce, divertente, piccante. A rendere più forte la connessione c’è il fatto che è il partner ad inviarti la sfida.

E poi la presenza di punti e livelli. Questa caratteristica si vede raramente nei giochi erotici e crea una competizione tra i partner che può essere molto eccitante. Pensi “voglio vincere” e questo ti porta a mettere ancora più passione ed energia nel gioco. Poi c’è la chat privata. Nella chat è possibile inviare foto al partner e… decidere se pixellare dettagli. Il famoso vedo non vedo deciso da te. Inoltre, Desire offre l’opportunità di diventare anche “autore”. In pratica puoi scegliere di scrivere delle sfide per la community e gli autori possono seguirsi a vicenda. Quelle che ci hanno commosso di più, nella categorie romantiche sono state: “Mi vuoi sposare?” oppure “Vuoi avere un bambino con me?” e tra le hot, beh, dai, non te lo dico…

Mi accennavi prima che è un’app dedicata alle coppie: anche quelle omosessuali?

Esatto: il gioco è stato impostato da subito come egualitario ed inclusivo di tutte le coppie. La lingua italiana non si presta così bene ad essere neutra come l’inglese purtroppo, ma nella traduzione abbiamo cercato di rendere sempre tutte le sfide neutre, rendendole adatte per qualsiasi genere. È molto importante per noi includere tutte le coppie, perciò abbiamo lavorato molto in questo senso. Nel 2016 abbiamo anche condotto uno studio basato su dati anonimi presi da 253.205 utenti dell’app e da interviste di esperti per scoprire se esistono differenze di genere quando si tratta di sessualità. La conclusione è che non ci sono differenze di desiderio sessuale, ma solo diversi comportamenti dettati dalla cultura, dall’ambiente in cui viviamo e dalla società.

Avevo letto qualcosa anche a proposito di un gioco di carte erotico, giusto?

Sì! Seguono la stessa filosofia dell’app ossia lasciare libertà alla coppia e alla loro creatività. Le carte hanno sopra immagini di oggetti facilmente reperibili in casa e parti del corpo (tipo naso, occhi, piedi – nulla di intimo). I giocatori a turno ne prendono due (o tre, quattro a seconda di quanto difficile vogliono che sia la sfida) e creano una sfida per il partner. Tipo trovano la “fotocamera” e “il grembiule” allora creano la sfida “voglio farti delle foto mentre indossi solo il grembiule”. Ci sono 50 carte illustrate, 3 carte speciali e una carta con le istruzioni.
Per ora le istruzioni sono in inglese perché era la prima stampa. La prossima stampa sarà anche in italiano e stiamo cercando di portarle anche in Italia.

Che tipo di feedback state ricevendo dagli utenti?

Riceviamo spesso messaggi entusiastici dalle coppie! Ci dicono che l’applicazione ha migliorato la loro relazione, che si stanno divertendo tantissimo e ci ringraziano per averla creata. Una coppia ci ha scritto dicendo che la nostra app è stata fondamentale durante la loro relazione a distanza tra Cile e Giappone.

Mariana, a questo punto potremmo anche svelare il segreto: ho usato l’app e confermo tutto; mi preme aggiungere l’unica cosa che non è emersa dalla nostra chiaccherata: crea dipendenza.

 

 

Veronica Barsotti

Consulente Digital Marketing

Add comment